itzh-TWenfrdejaptrues

🚲 La Terra del Fuoco - Alla fine del Mondo in bici

Giorno 815 in viaggio
Porvenir, Tierra del Fuego, Patagonia Cilena

Ci sono, oggi è il grande giorno!
Chiudo tutto e mi dirigo al porto, biglietto alla mano e salgo sul traghetto diretto all'isola della Terra del Fuoco. Lego la bici ad un palo e salgo di corsa per godermi la vista sullo stretto di Magellano, con me ho una bottiglia di vino e del formaggio a fette per brindare quest'altro personale traguardo. I gabbiani mi accompagnano lungo tutto lo stretto, il vento è gelido e taglia il viso come una lama, io mi sento un cretino che non riesce a smettere di sorridere ed emozionarsi per quest'altro traguardo raggiunto.
Mancano pochi minuti per attraccare ed io già sono pronto in sella alla mia bici, fremo dalla voglia di toccare questa nuova terra.
Ci sono! Sto pedalando sull'isola della Terra del Fuoco, la felicità è alle stelle. Mi fermo di fronte al mare a contemplare questo momento, sono solo nel bel mezzo del nulla, i paesaggi sono secchi e deserti, c'è qualche vecchia barca che giace su di un secco prato.

Trovo un ostello, è il primo e forse l'unico del villaggio. Busso alla porta ed una bella signora dalla vistosa scollatura mi accoglie.
"Quanto costa una notte?" gli chiedo, "Niente per i cicloviaggiatori, vieni che ti faccio vedere dove puoi montare la tua tenda".
Fantastico!

Un garage immenso tutto per me, una doccia bollente, una lavatrice e la colazione al mattino. Che accoglienza mi ha dato questa Terra del Fuoco!
Oggi è un bellissimo giorno, oggi mi sento davvero felice.
Raggiunto questo traguardo ora bisogna superarlo.
Ora bisogna attraversare tutta l'isola e arrivare alla fine del Mondo!

Tags: Cile

StampaEmail

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.