Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.
itzh-TWenfrdejaptrues

Couchsurfing: farsi ospitare gratis in tutto il mondo


Couchsurfing è una piattaforma che ti permette di entrare in contatto con persone locali che mettono a disposizione (gratis) un posto letto che può essere: Un divano, un letto minuscolo o una vera e propria stanza.

Couchsurfing non vuol dire solo dormire gratis, non è una piattaforma nata per ''scroccare il prossimo" ma bensì è un vero è proprio mezzo per entrare in contatto con la parte locale e reale del luogo che stiamo visitando.
Viaggiare con couchsurfing vuol dire anche scoprire un lato puro della vita del posto e vivere e scoprire luoghi che difficilmente si possono vedere da soli.
Chouchsurfing è il modo migliore per studiare e vivere la vita locale.

Qui spiego come funziona la piattaforma che mi sta facendo dormire gratis in giro per il mondo.

StampaEmail

Frontiera terrestre Malesia - Singapore


FRONTIERA TERRESTRE
Tanjung Kupang - Malesia 🇲🇾
Tuas - Singapore 🇸🇬

Finalmente alla scoperta di questa città-stato, ritenuto il futuro per il pianeta, la città più evoluta dove vigila il rispetto e l’ordine, dove tutti, a quanto pare, conducono una vita senza stress e senza problemi... mi suona troppo semplice.



Devo distribuire volantini informativi che ho fotocopiato. E’ un ottimo porto questo di Singapore, il più affluente al mondo in base al rapporto popolazione/ricchezza, è il porto che fa per me.
Ho bisogno di un passaggio in sud America.

Leggi tutto

StampaEmail

La Batu Caves e i colorati templi indiani


Un treno al prezzo di 50 centesimi mi porta diretto all’ingresso, una scala dai mille colori che porta ad una raccolta di templi indiani.

La grotta è meta di turismo religioso, essendo uno dei più popolari santuari indù fuori dell'India, ed è dedicata Karttikeya, del quale all'ingresso è collocata una grande statua.
Furono scoperte per caso nel 1860 da un gruppo di contadini per fertilizzare le loro coltivazioni

Il nome Batu deriva da quello di un fiume delle vicinanze, il Sungei Batu (fiume roccioso in Malay). Le collina che ospita le caverne ha un’età geologica di circa 400 milioni di anni. In antichità i suoi anfratti sono stati utilizzati come riparo dalle popolazioni aborigene malesi. Attorno al 1860, il sito è stato utilizzato da contadini cinesi provenienti da un vicino villaggio per la raccolta di guano, utilizzato come fertilizzante.

Alla base delle caverne sono collocati alcuni templi induisti, dedicati per esempio a Hanuman, il dio scimmia della mitologia indù o Balaji, divinità a cui tradizionalmente vengono fatte offerte anche in denaro e associato alla ricchezza o ai commerci. Il primo tempio sulla sinistra posto davanti l’ingresso delle scale reca dei dipinti e bassorilievi che narrano la storia del Ramayana, di cui Hanuman è parte importante.

Leggi tutto

StampaEmail